Ricerca personalizzata
Ricerca personalizzata

lunedì 9 luglio 2012

BMW ActiveHybrid X6

La BMW ActiveHybrid X6 si distingue dalla versione precedente per il cofano motore bombato e la scritta ActiveHybrid. Ma la vera differenza è il propulsore full-hybrid, che permette di scegliere se guidare esclusivamente con l'elettromotore oppure solo con la potenza del propulsore a combustione interna oppure, ancora, nell'esercizio combinato dei due propulsori. La combinazione di un motore a benzina V8 e di un'unità elettrica ha generato un forte incremento della dinamica, accompagnato da una riduzione del 20% circa del consumo di carburante e delle emissioni. La guida ad alimentazione elettrica, che non produce quindi emissioni di CO2, è disponibile fino a una velocità di 60 km/h. Il motore a combustione interna viene attivato in dipendenza della richiesta di carico e spento automaticamente nelle fasi di rilascio a una velocità inferiore ai 65 km/h. Il sistema di propulsione è composto da un motore V8 da 407 CV con tecnologia BMW TwinPower Turbo e da due elettromotori che producono rispettivamente 91 e 86 CV. La potenza massima di sistema è quindi di 485 CV e la coppia massima di 780 Newtonmetri. La BMW X6 ActiveHybrid si posiziona così come la vettura ibrida più potente al mondo.
Grazie all'integrazione dei due elettromotori nel cambio attivo Two-Mode, è stato possibile realizzare due modalità di esercizio: una prevista per le partenze con una richiesta di potenza particolarmente elevata e per la guida a basse velocità, mentre la seconda è stata ottimizzata per la guida ad alta velocità. Questo concetto, consente di sfruttare la maggiore efficienza offerta dalla tecnologia ActiveHybrid in tutti i campi di carico e di velocità. Contemporaneamente, il cambio automatico a sette rapporti, realizzato con due elettromotori, tre ingranaggi planetari e quattro frizioni a lamelle, garantisce il tipico comportamento di guida di una BMW. Nelle fasi di rilascio e di frenata lenergia cinetica viene trasformata in energia elettrica e accumulata nella batteria ad alte prestazioni. A seconda della situazione di guida, uno o entrambi gli elettromotori assumono a questo scopo la funzione di generatore. 
Il comportamento di guida e le caratteristiche di comfort, fanno si che il guidatore non percepisca alcuna differenza tra la modalità di guida elettrica oppure a motore endotermico.

Nessun commento:

Posta un commento