Ricerca personalizzata
Ricerca personalizzata

martedì 24 luglio 2012

Taranto, nelle urine dei cittadini piombo e cromo in quantità anomale


TARANTO - «Nelle urine dei tarantini è stata riscontrata la presenza del piombo, sostanza neurotossica e cancerogena»: loo riferisce in una nota il presidente di Peacelink Taranto, AlessandroMarescotti, citando i dati del biomonitoraggio sui metalli pesanti nell'urina degli abitanti di Taranto presentati a Oxford in un convegno scientifico. I dati sono frutto di una ricerca condotta da un gruppo di studiosi americani e italiani di cui ha fatto parte anche il dirigente di Arpa Puglia, Giorgio Assennato.

Piombo in eccesso. «Sono 141 - spiega Marescotti - i soggetti analizzati (67 uomini e 74 donne). Il valore medio del piombo urinario riscontrato nelle analisi è stato di 10,8 microgrammi/litro, mentre i valori di riferimento sono fissati, per la popolazione non occupazionalmente esposta, in un intervallo che va da <0,5 a 3,5 microgrammi per litro (secondo la Società italiana valori di riferimento)».

Anche il cromo oltre i valori medi. L'indagine ha riscontrato anche per il cromo un valore medio che supera l'intervallo dei valori di riferimento. «È la prima volta - osserva Marescotti, chiamato a relazionare in qualità di rappresentante del cartello di associazioni ambientaliste "Altamarea" - che questi dati vengono resi noti in lingua italiana e l'occasione è sta offerta dal Workshop "Valutazione economica degli effetti sanitari dell'inquinamento atmosferico", organizzato da Arpa Puglia».

Nessun commento:

Posta un commento